News dalla Banca
07/01/2020
Concerto al teatro Bibiena

UN SUCCESSO IL CONCERTO LIRICO DI CEREABANCA 1897 DI FINE ANNO DOMENICA 29 DICEMBRE AL TEATRO BIBIENA DI MANTOVA

Sarà stata l’atmosfera magica dello splendido Teatro Bibiena o il misterioso velo di nebbia che avvolgeva Mantova dal castello Mediceo al Mincio, sta di fatto che già dalle prime fasi organizzative, il Concerto Lirico di Fine Anno organizzato da CereaBanca 1897, è sembrato a tutti un evento magico e da non perdere.

Così domenica 29 dicembre, già 45 minuti prima dell’inizio dello spettacolo, si era formata una silenziosa e paziente coda vanti all’ingresso di questo gioiello, conosciuto anche con il nome di Teatro Scientifico dell’Accademia, in attesa che si aprissero le porte.

Il Teatro Bibiena è un capolavoro tardo-barocco costruito tra il 1767 e il 1769 e da tutti viene considerato un gioiello settecentesco, realizzato su progetto di Antonio Galli Bibiena per volontà dell’imperatrice Maria Teresa d’Austria. Fu inaugurato il 3 dicembre 1769 e di lì a poco, il 16 gennaio 1770 il Teatro ospitò un memorabile concerto di Wolfgang Amadeus Mozart, allora quattordicenne.

Comunque, sarà per la sua particolare struttura, una pianta a forma di campana con quattro ordini di palchi e una scena fissa destinata a ospitare concerti, sarà per la grande musicalità che esso emana, il teatro, gremito in ogni ordine di posti, ha subito fatto risuonare la magia delle note del Coro Città di Mirandola, diretto dal Maestro Lucio Carpani.

Il concerto, organizzato e coordinato da CereaBanca 1897 l’istituto bancario presente con le sue filiali nella città di Virgilio già da qualche anno, ha visto sul palco alternarsi brani corali con arie e romanze cantate splendidamente da alcuni solisti come il soprano Maria Grazia Moratello ed il baritono Mirko Griggio mentre la possente e armoniosa voce del maestro Maurizio Saltarin, si è dovuta arrendere ad un imprevisto raffreddore ed abbassamento di voce che lo hanno costretto a dare forfait (anche se alla fine dello spettacolo ha donato ai presenti un duetto da “La Vedova allegra” con Maria Grazia Moratello). Virtuosi dello strumento sono stati poi il maestro Francesco Pomini sublime oboe nell’orchestra dell’Arena di Verona ed il maestro Antonio Camponogara che si è anche esibito in un paio di pezzi a quattro mani con il direttore del Coro il maestro Lucio Carpani. A coordinare la serata, accompagnando i brandi in un percorso storico-artistico, l’ottimo presentatore Daniele Nuovo.

Un concerto riuscitissimo dunque, trasmesso in diretta sulle frequenze di Radio RCS la cui qualità è stata sottolineata dai tanti applausi del pubblico e dalla richiesta di bis, ma anche dal saluto finale del presidente di CereaBanca 1897 il professor Luca Paolo Mastena che ha sottolineato la qualità della serata, la bravura degli artisti e la scelta di un repertorio prevalentemente italiano con opere di Verdi, Rossini, Donizetti, Marcello ma anche di Mozart, ospite a Mantova nel 1770. Una serata magica quindi, fortemente voluta da una Banca di Credito Cooperativo legata alla propria storia ma che guarda al futuro convinta che anche grazie a questi momenti di altissima qualità artistica è possibile essere vicini alla gente e alle nostre tradizioni musicali.